Perché questo sito       Mappa delle Mura       Contatti
Account personale
nome utente 
password
Password dimenticata?
Ultime foto caricate:
  • dd
    Memorino
  • ffff
    Memorino
Cerca

Storie e leggende lucchesi

Santa Zita e la porta dell’Angelo
il miracolo di Santa ZitaSul fianco destro della basilica di San Frediano, quello che da sull’omonima via, si apre la "Porta dell'Angelo", e la leggenda vuole che sia stata testimone di un fatto prodigioso, uno dei tanti che si attribuiscono a S. Zita.
La Santa, protettrice delle collaboratrici domestiche, era fantesca in casa Fatinelli, e per recarsi in chiesa entrava appunto da questa porta, provenendo da via dell’Anguillara.
Un giorno, sulla soglia, incontrò un povero mal vestito che tremava dal freddo. Tornò allora nel palazzo signorile dove prestava servizio e, preso il primo mantello che le capitò sott’occhio, andò a donarlo al poverello.
Il giorno successivo, prima che il padrone ne scoprisse la scomparsa, il mantello le fu restituito dall’Angelo custode che in persona la attendeva sulla soglia di quella stessa porta, che adesso ricorda questo miracolo nel  nome e sulla vetrata del XV secolo che la orna.


Indice
Santa Zita e la porta dell’Angelo
La voragine aperta sull'inferno nella chiesa di S. Agostino
La Madonna dipinta sulle mura perdona il soldato blasfemo
Porta S. Donato, 1845: l’ultima ghigliottina in azione
La mannaia che risparmiò un innocente
Il calcio ai tempi della Repubblica Lucchese
Il Miracolo del Pan del Lupo
La "pietra del diavolo" a Palazzo Bernardini